I Patti Lateranensi – Valeria Giacometti e Gioacchino Nicotri

Aspetti sociologici, storici e giuridici

9,50 

I Patti Lateranensi – Valeria Giacometti e Gioacchino Nicotri

 

L’Italia è uno stato laico: non esiste una religione di Stato o, per lo meno, non dovrebbe esistere più dal 1984, quando il governo Craxi siglò con la “Santa Sede” il rinnovo e la modifica dei Patti Lateranensi di mussoliniana memoria. I Patti si resero necessari (apparentemente) per la definizione dell’annosa “questione romana” e per la regolamentazione dei rapporti Stato/Chiesta. Soprattutto, furono necessari per garantire a Mussolini l’appoggio dello “zoccolo duro” formato dai cattolici. Tuttavia, la Storia cambia, i costumi e la società cambiano e da più parti ci si chiede se non sia il caso di rescindere questi Patti, che a detta di taluni consentono troppe ingerenze della Chiesa in questioni laiche che in teoria non dovrebbero riguardarla. Con questo lavoro, Valeria Giacometti e Gioacchino Nicotri, entrambi avvocati e psicologi, lungi dal redigere un vero e proprio trattato di diritto internazionale, hanno semplicemente cercato, per quanto possibile, di fornire una spiegazione delle motivazioni e degli aspetti storici, sociologici e giuridici dei Patti e, perché no, di proporre qualche risposta.

 

 

Valeria Giacometti e Gioacchino Nicotri

Biografia

Valeria Giacometti nasce a Luino (VA) il 12/02/1974. Terminati gli studi classici, nel 2001 consegue la laurea in Giurisprudenza con una tesi in procedura penale comparata. Iscritta all’ordine degli Avvocati di Ivrea dal 2008, è titolare di studio legale dall’anno successivo. Cultrice di materie criminologiche, iscritta alla Camera di Commercio di Verona come perito esperto di tecniche di prevenzione del crimine. E’ mediatore civile presso l’organismo di mediazione forense presso l’Ordine degli Avvocati di Ivrea (TO). Dall’Ottobre 2019 è membro della Società Italiana di Criminologia e abilitata al patrocinio davanti alla Suprema Corte di Cassazione dal Gennaio 2020.

 

Gioacchino Nicotri è nato il 13 marzo 1947 a Palermo, dove vive. Laureato in giurisprudenza, è avvocato cassazionista, psicologo con specializzazione in psicologia sociale e abilitazione alla relativa docenza. Si interessa di letteratura medica e di cultura musicale. Da oltre dieci anni si dedica anche ai testi sacri e di religione, mettendo per iscritto le proprie riflessioni che riguardano la nascita dei miti e degli archetipi, oltre che le antinomia, i paradossi e le violenze del cattolicesimo, nonché le invenzioni dogmatiche della chiesa.

×





Share This
× Ciao, possiamo aiutarti?